Seguimi

Come creare un Buyer Persona corretto

Capire cos’è e come creare un corretto Buyer Persona è un aspetto fondamentale per costruire una strategia di marketing completa ed efficace.

Che tu crei un Buyer Persona per te o per un cliente che segui nelle Facebook Ads e che ha deciso di affidarsi a te, devi sapere a chi ti stai rivolgendo.
In questo articolo scoprirai cos’è il Buyer Persona e come si crea in maniera corretta la persona che vuoi raggiungere online attraverso la tua strategia di marketing.

Puoi continuare con la lettura di questo articolo oppure se lo trovi più comodo guarda il video sul Buyer Persona che ho pubblicato.


Chi è il Buyer Persona?

Che tu sia un Media Buyer o che tu voglia avere un business online sapere chi è il Buyer Persona è fondamentale e ora te lo spiego subito in parole molto semplici. Il Buyer Persona non è altro che l’ “identikit” della persona che vuoi raggiungere.
Mi piace usare il termine “identikit” perché se ti soffermi un attimo a pensare alle serie TV o a certi film polizieschi dove bisogna cercare la persona che ha commesso un reato si fa effettivamente un “identikit”.
Si va a capire infatti l’età, il genere (ovvero se è maschio o femmina), dove vive, di che nazionalità è e tutti gli elementi utili per identificarlo. Quindi “identikit” è la metafora corretta direi.
Se non analizzi e non crei un Buyer Persona di qualità corri il rischio di farti sfuggire il tuo target e di creare strategie di marketing sbagliate.

Buyer Persona e ricerca di mercato

Prima di lanciare un prodotto o servizio online ricordati di fare sempre una ricerca di mercato perché ogni prodotto o servizio ha diversi potenziali clienti.
Pensare di lanciare il proprio prodotto online senza fare una ricerca di mercato (ovvero andare sul web e cercare se, in qualche parte del mondo, qualcuno vende il tuo prodotto o simile) può essere molto penalizzante per il tuo business.
Un concetto importante da apprendere è che, se farai una ricerca di mercato e troverai altri concorrenti non devi scoraggiarti, ma al contrario devi esser felice perché ciò significa che qualcuno vive e guadagna da quel prodotto o servizio.
Scoprire inoltre chi sono i tuoi concorrenti è importantissimo per comprendere cosa stanno facendo ora, come promuovono il loro prodotto, che punti di forza e debolezza hanno e molto altro.

Buyer Persona e ricerca di mercato.

A cosa serve il Buyer Persona?

Ritornando al discorso dei film polizieschi, come un poliziotto deve identificare la persona da cercare anche tu dovrai essere capace di fare l’ “identikit” del tuo Buyer Persona quando andrai a redarre la tua strategia di marketing (che sia online od offline non cambia).

Ogni giorno puoi trovare offline e online, tantissime persone connesse con caratteristiche diverse. Persone che sono molto eterogenee, c’è chi da attenzione a determinati film, altri a squadre di calcio, c’è chi ha precisi comportamenti, chi ama comprare online e chi no ecc.

Proprio per questo se vuoi creare un corretto Buyer Persona il tuo servizio non potrà mai andare bene a tutti, c’è qualcosa di superfluo che puoi sempre ottimizzare.
Si hai capito bene ed ora ti spiego il perché. Quando ottimizzi stai contemporaneamente risparmiando budget per raggiungere un potenziale cliente che non è in target con te e al quale non interessa nulla di ciò che fai o che gli proponi.
È fondamentale quindi andare a identificare chi vogliamo raggiungere, quanti anni ha, dove si trova e moltissime altre cose.

Ecco perché è necessario creare il Buyer Persona

Riassumendo in poche parole potremmo dire che creare un Buyer Persona è necessario per:

  1. Creare una strategia ad hoc per il tuo prodotto;
  2. Capire quali sono veramente i tuoi potenziali clienti e che caratteristiche hanno;
  3. Sapere in quali canali puoi incontrarli;
  4. Sapere come comunicare con loro;
  5. Capire se il servizio o prodotto può soddisfare il cliente.

Come creare un Buyer Persona

Come creare il giusto Buyer Persona?

La prima cosa che devi apprendere è che è fondamentale creare il tuo Buyer Persona. Ti dirò di più… non dovrai farlo solo una volta e basta, ma riprenderlo in mano e analizzarlo più volte nel tempo. Questo perché il mercato cambia.

Un domani una fetta di un target che non stavi considerando inizia per qualche motivo ad essere interessato al tuo prodotto o servizio e quindi vale la pena essere raggiunto.

È fondamentale creare il tuo Buyer Persona ogni volta che vuoi creare una nuova strategia.
È importante farlo anche se il tuo prodotto è super collaudato.

Un esempio lo è la Coca Cola. Ogni volta infatti che lancia una campagna pubblicitaria per testare un nuovo prodotto crea il suo Buyer Persona. Il target della Coca Cola classica rispetto alla Coca Cola Zero cambia se ci pensi.

L’importanza di catturare l’attenzione

Se hai compreso cos’ è l’ “identikit”capisci che tutti i dati ottenuti da esso sono fondamentali. La tua campagna pubblicitaria verrà collocata a tantissimi altri contenuti. Prova a pensare ad una campagna che esce su Facebook, le persone scrollano la loro bacheca e puff arriva la tua pubblicità e se non sei così bravo a catturarle e a parlare la loro lingua vieni ignorato. È un mondo sempre più distratto e la moneta più importante è quella dell’attenzione quindi riuscire a catturare l’attenzione del tuo potenziale cliente all’interno di un mondo sempre più distratto.

Il tuo “identikit” non deve limitarsi ad esempio ” il mio cliente vive in Italia, ha dai 25 ai 55 anni, parla italiano ed è sia maschio che femmina” perché questo significa che stai sparando sulla massa ed invece è importante entrare più nel dettaglio. Non avere paura di farlo, la prima volta sicuramente non sarà immediato, ma è fondamentale.

Quali sono i requisiti che un Buyer Persona deve avere?

Ora che hai capito qual è il punto di partenza devi scendere un pochino più in profondità. In questo articolo, infatti, ti svelo i requisiti che un Buyer Persona deve avere.
È tutto molto semplice, devi analizza dove vive, che interessi ha, quali libri legge, quali sono gli sport che gli interessano, quali sono i comportamenti che lo caratterizzano e tutto quello che ti viene in mente per avvicinarti a lui.
È fondamentale entrare nel dettaglio il più possibile. Inizialmente ti porterà via tanto tempo, ma ne varrà la pena. Tutte le domande e risposte che otterrai ti porteranno sempre più in profondità permettendoti di costruire una strategia di advertising mirata e fatta su misura sul tuo potenziale prospect. Se non lo fai rischi di avere un messaggio troppo vario e le persone non si sentiranno comprese.

strategia di marketing

Ecco i giusti passi da fare per creare un Buyer Persona

Ora vediamo i giusti passi da fare per creare un corretto Buyer Persona, mi raccomando prendi appunti e rispondi a tutte le domane.

1. Determina la sua situazione a casa.

È sposato? È single? Ha figli? Se si di che età? Che età ha lui? Vive da solo? Ha dei genitori? Che età hanno? E lui? Che lavoro fa? Guadagna bene? Ha un mutuo/affitto oppure ha la casa di proprietà?
Fai un’analisi attenta a 360 gradi di tutto quello che riguarda il suo mondo familiare e lavorativo. È molto importante per capire le sue necessità principali.

2. Capisci qual è il suo comportamento online e offline

Le domande da porci qui potrebbero essere: Usa di più il computer o lo smartphone? Preferisce leggere le e-mail o ricevere una chiamata? Cosa fa principalmente su internet? Preferisce guardare un video o leggere un articolo di un blog?
Fa sport? Frequenta stadi o palestre? Cosa fa nel tempo libero?
Sapere ciò è importante per capire dove puoi facilmente farti trovare da lui con la tua pubblicità.

3. Dati demografici 

Per dati demografici si intende sesso, classe sociale, età ecc.
Inoltre dove vive? In un paesino o in una grande città?
Raccogli più dati possibili.

4. Verificare sempre la soddisfazione del cliente

È molto importante capire se il cliente è soddisfatto del prodotto o servizio o se ha lamentele. Se così fosse è fondamentale capire l’origine di tale lamentela per evitarne in futuro e ridurre al minimo i rischi.

5. Mettiti nei panni del cliente

Mettiti nei panni del tuo potenziale cliente e analizza a 360 gradi ogni circostanza. Cerca di capire se ci possono essere difficoltà o ostacoli che possano impedire al tuo Buyer Persona di acquistare il tuo prodotto.

lavorare al Buyer Persona

Crea e lavora al tuo Buyer Persona costantemente

Ricorda sempre che il tuo Buyer persona è un tassello importante per il tuo marketing.

  1. Perché è un punto di partenza e una rotta per le tue strategie.
  2. Perché ogni strategia ha dei risultati che ti permettono di perfezionale sempre di più il tuo Buyer persona.
  3. Con l’esperienza e con i dati che raccogli non solo creerai dei Buyer Persona più completi e dettagliati, ma riuscirai a capire tutti i gradi di consapevolezza dei tuoi potenziali clienti e a sviluppare un Buyer Persona per ogni target.

Inoltre è fondamentale lavorare al tuo Buyer Persona costantemente e non crearlo una volta solo e utilizzare sempre lo stesso modello. Questo perché il mercato cambia ed evolve in continuazione. Per un buon Media Buyer tutto ciò è fondamentale.

Ora che hai tutte le nozioni a disposizione ti auguro un buon lavoro per la ricerca del tuo Buyer Persona.

 

 

 

 

Ciao, sono Ale Lorenzi e mi occupo di Media Buying. Sono un professionista che supporta il cliente nella gestione delle azioni di digital marketing.

Alessandro Lorenzi | Via Cadore 11 31020 San Vendemiano (TV) | P.IVA: 04822620268

© Ale Lorenzi.

Powered by Gabriele Pantaleo.